DOVE NASCE IL PADEL?

Il Padel emerge nel 1962 proprio nel porto di Acapulco, in Messico, quando Enrique Corcuera incorpora, in un frontone della sua casa a Las Brisas, un muro di fronte ad esso alto circa tre metri, posizionando una rete al centro e chiudendo i lati di quella pista con quattro pareti medio basse di misure larghe circa 10 metri per 20 metri di lunghezza mantenendo un'idea che aveva sviluppato negli anni precedenti nel suo Ingegnosità di ESTIPAC a Jalisco, una hacienda dove Corcuera ha invitato i suoi amici a grandi cacce alle anatre e nel pomeriggio prima di pranzo hanno giocato in un frontone tradizionale a cui ho messo una rete da tennis e l'ho chiusa con pareti basse con le misure che sono attualmente i regolamenti. Quindi possiamo dire che questo gioco originariamente chiamato Padel Corcuera o Padel Tenis che conosciamo oggi e lo chiamiamo Padel.

Da non perdere questo video in cui lo stesso Enrique Corcuera spiega come pensava al primo campo da padel.

ESPANSIONE DEL PADEL IN SPAGNA

Il secondo paese ad esercitarsi fu la Spagna,dove proveniva dalla mano del principe Alfonso di Hohenlohe,che costruì nel 1968 al Marbella Club Hotel della sua proprietà due campi, poco dopo aver condiviso diversi vacanzieri nel porto di Acapulco nella casa di Corcuera dove ebbe l'opportunità di giocare e con le caratteristiche principali costruì una pista con alcune modifiche e integrando parzialmente il filo al posto delle pareti laterali. A Madrid, il Club Puerta de Hierro costruì i suoi primi campi e, pochi anni dopo, nell'urbanizzazione La Moraleja con 5 tracce di Padel diventa un centro di gioco di ottimo livello.

ARRIVO DEL PADEL IN ARGENTINA

Da lì, e spostandosi da un paese all'altro, attraverso amici, uomini d'affari e jet set in generale, la pagaia stava iniziando ad avere un futuro a breve termine e arrivò in Argentina nel 1969. In quegli anni Marbella ricevette un turismo sofisticato da tutto il mondo e alcuni argentini erano visitatori abituali, dove si incontravano e giocavano a Padel,essi stessi costruirono presto i primi campi dell'Argentina.Stiamo parlando di Julio Menditeguy, Nelly Arrieta de Blaquier, Dino Montuschi, Willy Gainza Paz, Ignacio Viale del Carril, Roberto Rivera che ha fatto una vacanza sulla costa di Marbella. I primi campi sono stati costruiti nel Tortugas Club, nell'Ocean de Mar del Plata, sulle scogliere Tedy Pini costruisce un Club con un campo, nell'Estancia La Biznaga della famiglia Blaquier e nella volontà vacación ed El Turf della famiglia Menditegui, il ristorante La Marca de Playa Grande nella sua schiena costruisce un campo coperto in questo modo e nelle case private inizia la pratica di questo sport.Per 10 anni Padel fu conosciuto da pochi che andavano in vacanza a Marbella, Acapulco e un piccolo gruppo di argentini che erano membri dell'Ocean Club o delle Tartarughe o lo giocavano nelle case di amici che avevano qualche corte come Arq. Hernán Doubourg in el Tigre, Luis Rusconi in Barrio Parque.Nel 1982 in Argentina non c'erano più di 12 campi in tutto il paese, ed è proprio quest'anno che il padel inizia il suo sviluppo fino a diventare quello che si intitola un fenomeno sociale.Il San Juan Tenis Club viene inaugurato a Buenos Aires con impianti sportivi con 8 campi da tennis in un edificio verticale e su suggerimento di alcuni soci fondatori come i fratelli Aubone vengono costruiti due campi Padel, che saranno storici nel lancio del Padel Argentino. Con un'altra corte costruita nell'estate dell'83 alla Zorba Spa e che fu l'attrazione sportiva di quell'estate per le caratteristiche del gioco e per i suoi famigerati praticanti come Ricardo Cano, Cacho Aubone, exgiocatore di Coppa Davis altri giovani come Roby Gatiker oggi uno dei migliori giocatori in Argentina e dove con gli amici sono state sviluppate partite molto divertenti e che hanno attirato tutti i vacanzieri di Punta del Este, la Social and Sports Press non era estranea a quel fenomeno del gioco d'azzardo che stava facendo i suoi primi passi.Il gioco attirò sempre più fan, imprenditori importanti, atleti iniziarono a promuovere e sostenere questo nuovo sport che era molto apprezzato, eseguendo i primi eventi e contando su sponsor di grande nome, oltre ad ottenere la copertura di media grafici come la rivista El Gráfico e i giornali nazionali La Nación y Clarín.All'inizio dell'anno 83, la pagaia ha iniziato a fare un passo molto duro in Argentina, a Mar del Plata e Capital Federal si inizia a vedere campi più costruiti ed è in questo momento che si svolgono i primi tornei per quei fan che sono venuti ad allevarlo.Nel 1984 il Club San Jorge fu inaugurato con 14 campi da padel a San Isidro e divenne il club dove si incontrano i migliori giocatori dell'Argentina, la pagaia invade le principali città dell'intera provincia di Buenos Aires, La Plata la sua capitale, San Pedro, San Nicolás, San Isidro, Bahía Blanca, Trenque Lauquen e altre province e città come Mendoza , Rosario, Entre Ríos, Bariloche, Neuquén iniziano a integrarsi nello sport, costruendo complessi importanti e diffondendosi così in tutta la Repubblica argentina.Nel 1987 un gruppo di amici convocati da Cacho Nicastro tutti i praticanti fondarono l'Associazione Argentina Padel (APA), i cui leader e soci fondatori Alberto Villaverde, Jorge Horacio Brito, Costancio Vigil, Mauricio Macri,Oscar Nicastro, Joaquín del Molino Torres,Jose Luis Abuchdid,Julio Cesar Pérez Corral, Constancio Vigil, Diogenes de Urquiza Anchorena, Gustavo Maquirriain,Guillermo Stanley,Arturo Carlos Toro,Miguel Alonso, Fabiá Ranucci,Carlos Iñurrigarro,Juan Carlos De Marco,Cecilia Bacigalupo, Hector A Salvat, Gregorio Ignacio Sanz, Hector G Arribas,Fernando Garcia Pulles,tutti impegnati a formare un'Associazione rappresentativa dello Sport di Padel e dove stabilisce tutta la sua filosofia, obiettivi normativi e tecnici che pianifica, esegue e gestisce la Guida del Padel argentino a livello nazionale e internazionale , tutti imprenditori riconosciuti che hanno giocato a Padel e hanno avuto una passione per il padel, decidendo così di collegarsi allo sport istituzionalmente.Iniziano a svolgersi i primi tornei di prima categoria, con la partecipazione di giocatori come Ricardo Cano, Cacho Aubone, Diego Morea, Diógenes de Urquiza, Charly Videla, Hernán Doubourg più del tennis e di altri sport.Dato lo slancio che il Padel stava avendo in Argentina, Cacho Nicastro,pioniere nello sviluppo e nella diffusione di questo sport e attuale Presidente dell'APA ritiene necessario dare un impulso internazionale e una svolta di 180 gradi nella penetrazione della pagaia nel mondo e attraverso le sue amicizie in Spagna, accetta e organizza la visita al Primo Incontro tra Spagna e Argentina, dove si impegna ad invitare un rappresentante guidato da don Rafael Silvela che convoca 16 giocatori, all'epoca i migliori in Spagna, e inizia così il rapporto che permette con Padel Español di iniziare il rapporto verso lo sviluppo del Padel International all'inizio delle competizioni annuali di reciprocità. Nel gennaio 1998 è stato fatto l'invito della Prima Nazionale spagnola all'Argentina, si sono tenuti incontri a Buenos Aires, Mar del Plata e Punta del Este, quello stesso anno alla fine di agosto invitati dalla Spagna, in reciprocità all'invito argentino, la prima esibizione argentina è stata fatta in tournée a Madrid, Bilbao e Marbella. La rappresentazione argentina mostra in questi inizi che Padel Argentino e lo spagnolo avranno un ruolo fondamentale nello sviluppo di Padel.La delegazione spagnola era composta da Rafael Silvela e dai giocatori Juan Fontan, Javier Arenzana, Santiago Arpón, Miguel Sejismon, Bertin Osborne, Miguel Goizueta, Arturo e Carlos Jiménez, Fernando e Javier Sartorius, Manolo Lezon, Antonio Cavero. Alcuni dei membri della nazionale argentina erano Ricardo Cano, Alberto Pisolo, Willy Barrera, Diógenes De Urquiza, Jose Luis Abusdich, Manuel Caracoche, Javier e Gustavo Maquirriain, Pequeño Quintín, Guillermo Caporaletti.Questo incontro, che ha avuto un'incredibile affluenza pubblica, si è svolto al Forum Complex di Mar del Plata, e alla Quen Ann Spa alla fermata 31 di Mansa Beach a Punta del Este, intendo all'epoca l'apertura, verso una serie di possibilità di reclutare professionisti e lanciare padel in tutto il mondo.Sono stati tre anni che sono seguiti con grande entusiasmo con la Spagna, che all'epoca era il paese in cui Padel si giocava di più, in questo modo si sono avverati tre tour spagnoli in Argentina e tre dall'Argentino alla Spagna con esperienze indimenticabili e che hanno gettato le basi tra i due paesi con queste vibranti competizioni chiamate Hispano Argentino, che hanno lasciato il posto alla creazione della Federazione Internazionale e dei Campionati del Mondo.Nel 1989 il Padel esplose all'interno dell'Argentina, La Pampa, Córdoba, Santa Fe, San Juan, Mendoza, San Luis, Neuquén, Salta, Tucumán e Entre Ríos. Riescono ad attrarre giocatori di tutte le età con un entusiasmo raramente visto e iniziano a istituzionalizzarsi in ogni provincia con la loro associazione rappresentativa.All'epoca, ogni torneo, sia a Buenos Aires che al chiuso, prevedeva più di 250 coppie, qualcosa che pochi potevano credere, data la velocità della sua espansione.Il padel nel mondo, per non nominare la Spagna che era già stata consacrata, lo sviluppo del mondo era in corso, le piste stavano iniziando a essere costruite nei paesi vicini e alcuni complessi lontani dalla capitale, brasile meridionale, Uruguay, Paraguay, Cile; Francia e Italia erano interessate a che il loro popolo potesse essere attratto da questo sport che era furore, passione e debolezza in Argentina, il Padel arriva in alcuni paesi per lo sviluppo vissuto in Argentina e per mano degli argentini residenti in altri paesi iniziano a promuoverlo, installando i primi indizi e creando le Associazioni Nazionali dove iniziano a promuovere il gioco Italia , Canada, Stati Uniti, Australia inizia la loro pratica, Francia promossa dai fratelli Baigts, ex giocatori di rugby, che come imprenditori sono rimasti sorpresi dal boom del gioco in Argentina decidono di svilupparlo in Francia e costruire le prime piste nel sud della Francia, a Tolosa.Era difficile alla fine degli anni '80 trovare a Buenos Aires e in molte città una terra per poter fare un campo o un complesso, tutti volevano far parte di questo fenomeno sportivo che mirava ad essere un grande business e molti iniziarono a vivere sul Padel.Il Padel è riuscito fondamentalmente a incorporare DONNE come nessun altro sport integrato, donne e famiglia, bambini, settori passivi sportivi, ha generato un'atmosfera di famiglia e amici, stimola le persone a un'abitudine sana, ricreazione e diventa un gioco fondamentalmente per tutti e anche uno spettacolo attraente e dinamico per vederlo.Negli anni 1997, 98 e 99 Sport Conection, società gestita da Marta Dreyfus, Jose Antonio Nicastro e Cacho Nicastro creata con la sponsorizzazione di Sevel, Fiate Coca Cola, il Gran Premio della Repubblica Argentina che ha visitato l'intero paese con categorie dal Sesto al Primo ed è stato il pilota di tutto il Concorso Organizzato a livello Nazionale, organizzatore dell'ARGENTINO HISPANOS.Fu solo per iniziare relazioni sportive con il Messico e attraverso amici comuni Cacho Nicastro invita Bibiana Delavedova de Corcuera a partecipare con il rappresentante del Messico al primo incontro tra argentini e messicani.Nell'aprile 1990, la prima delegazione messicana a Buenos Aires presieduta da Enrique Corcuera,creatore di Padel, e sua Lady Bibiana, coni giocatori Jaime Romandia, Francisco Paco Fernandez e suo fratello Mario, Germán Sordo Escalante, Luis Corcuera, Andrés Baños, Serapion Fernandez, Eduardo Sánchez Navarro, i fratelli Reyes Varela giocarono con un rappresentante argentino Ricardo Cano, Eduardo Lúcete (h), Hugo Anzorregui, Mario Dreyfus, Jose Luis Látigo Abusdich, Mario Dreyfus è stato un incontro di grande importanza affinché al ritorno della delegazione in Messico abbiano iniziato un impegno per il suo sviluppo in Messico concordando con Cacho Nicastro l'organizzazione della I Enrique Corcuera Cup che si è svolta ad Acapulco presso l'Hotel Villavera nel 1991 , continua nel 1992 l'organizzazione nel porto di Acapulco durante il Song Festival al Convention Center che ha tenuto il Primo Campionato Internazionale con rappresentanti di Spagna, Italia, Australia, Canada, Stati Uniti, Uruguay, Brasile e Argentina.Nel 1989 la Società Master Productions, sviluppata la prima corte di vetro e con il supporto di Coca Cola, ha realizzato uno dei circuiti più importanti al mondo, con 20 tappe all'anno in tournée nel paese e allestezione di un campo di vetro nei principali stadi argentini, dove ogni evento ha attirato più di 5.000 persone , Master Productions ha prodotto la Televisación Live di Open TV di una finale di Padel. Gli sponsor scommettono su Padel, le principali società argentine decidono di collegarsi con Padel, sia con gli organizzatori dell'evento che con i giocatori stessi.Questo furore fece sì che molti tennisti partecipasse attivamente ai Tornei Padel e vide il Padel uno stile di vita, poiché molti soldi venivano spostati in premi e contratti pubblicitari.Nei primi anni '90 Padel era già un blocco nazionale, nel 91 era considerato il secondo sport giocato in Argentina, dopo il calcio, e riuscì persino a superarlo nelle vendite nei negozi sportivi. Gli argentini continuano a spingere Padel in altri paesi.Nel 1991 le relazioni avviate con gli ispanici argentini i leader dell'APA e del gruppo spagnolo accettano di fondare a Madrid la Federazione Internazionale Padel, eleggendo Julio Alegría Artiach come Presidente e programmando l'inizio dei Campionati del Mondo a Madrid - Siviglia 1992, specificando un regole del gioco internazionale, a capo della FIP è stato sostituito nella Presidenza Diogenes De Urquiza Anchorena e, dopo di lui, Eduardo Góngora de Lugo e un FIP con VI Campionati del Mondo tenuti e VII in Argentina 2004, con IV Campionati Mondiali Juniores tenuti e Campionati Continentali d'Europa e Pan American Minors.Nel '91 fu fondata anche l'Associazione Messicana Padel, molto attesa da tutti i giocatori di quel paese e all'estero, promossa da Alejandro Burillo Azcarraga,sportivo ed entusiasta giocatore di padel. Compongono la Federazione Messicana di Padel agli inizi Bibiana Corcuera, Luis Corcuera, Ignacio Soto Borja, Alonso Cuevas.Già il rapporto tra messicani e argentini era ottimo, poi questo ci ha fatto iniziare a fare scambi tra i due Paesi, partecipando ai migliori giocatori del Padel argentino, come Alejandro Lasaigues, Roberto Gattiker, Javier Maquirriain nelle Competizioni che hanno iniziato a svilupparsi in Messico.Ai primi campionati del mondo svoltisi nel 1992, hanno partecipato 8 paesi: Argentina, Uruguay, Paraguay, Messico, Italia, Francia, Inghilterra e Spagna.Argentina come campionessa del mondo consacrata sia negli uomini che nelle donne, battendo la Spagna in entrambe le finali.La Coppa del Mondo è servita a promuovere e collegare Padel con il mondo, quindi in più paesi come Messico, Brasile, Uruguay, Francia, Italia, hanno iniziato a crescere e promuovere lo sport con più azione ed entusiasmo.L'Argentina nel 1992 stava entrando in un nuovo processo economico e Padel non era estraneo a questa situazione. Il piano economico di quei tempi ha generato molti licenziamenti nelle grandi aziende e in molte persone, con il risarcimento ottenuto e i bassi salari di quei tempi rivolti alla costruzione di tribunali nei club inhospit, senza alcun tipo di studio di mercato o qualcosa di più semplice, hanno fatto appello a ciò che era affare di Padel.Quegli stessi club che si alzarono rapidamente scomparvero presto, così come il gran numero di marchi di ghiacciolo che erano sul mercato, che in quegli anni arrivarono a superare i 50. All'inizio dell'anno 94 i migliori club erano già rimasti, con buone strutture e campi ben costruiti, per lo più coperto, ed era in quegli stessi complessi dove erano ancora in corso i grandi tornei, che anche se c'erano meno iscritti, la gente continuava a unirsi al padel, questo accadde sia nella capitale federale che all'interno dell'Argentina.I tornei di prim'ordine erano ancora in corso, ma i 15.000 dollari che negli anni precedenti applaudivano le stelle di Padel non venivano più consegnatii.i. Gli sponsor, colpiti dalla situazione economica del paese e dalla graduale discesa di Padel, hanno ritirato alcuni dei loro marchi di eventi e giocatori, anche se alcuni dei marchi più chiamati hanno supportato alcuni circuiti a Buenos Aires.L'Argentina stava già iniziando a servire da esempio per quei paesi come la Spagna e il Messico, che stavano seguendo la loro crescita, per sapere cosa fare e cosa non fare con il funzionamento del padel, salvando il bene e mettendo da parte alcuni errori commessi.La passione era ancora per l'argentino Padel. Nel 1994 l'APA ha organizzato nella provincia di Mendoza, uno dei luoghi più belli dell'Argentina, il II Campionato Mondiale Padel.Ci sono state molte aspettative in questo evento e il pubblico mendocino ha accompagnato gli stand riempiti da questo primo mondiale che avrebbe dovuto avere sede in Argentina.E così è stato, i principali hotel di Mendoza non hanno dato abbastanza per ospitare argentini e tutte le delegazioni dall'estero. Vi hanno partecipato 11 paesi: Brasile, Canada, Cile, Spagna, Francia, Inghilterra, Italia, Messico, Paraguay, Uruguay, Stati Uniti e Argentina.Quella settimana fu un festival, sia all'apertura, dove si tenne una cerimonia con danze e tradizioni tipiche di ogni paese, sia nell'addio, il pubblico che guardava la migliore pagaia del mondo, dove ancora una volta l'Argentina batté la Spagna in finale, sia negli uomini che nelle donne.Verso la metà degli anni '90, e con la realizzazione di due Coppe del Mondo, paesi come il Messico stavano trovando un corso nello sport, che nei primi giorni era stato inclinato da un gruppo selezionato di persone.Già nel Distretto Federale erano stati costruiti grandi complessi con diverse piste ciascuna, si inizierebbe a vedere un'uscita diretta nella parte organizzativa, con alcuni eventi tenuti e interesse a fare partite con giocatori di altri paesi. Molte piste erano ancora in costruzione in residenze private.Roberto Gattiker era a quel tempo il giocatore più richiesto dai messicani, partecipando a numerose mostre, sia nella capitale messicana che in altre città, guadagnandosi l'affetto e l'affetto di un buon pubblico amante del padel.La Spagna continuava a crescere, era diventata a metà degli anni '90 nel paese con la più crescita della pagaia e aveva un grande vantaggio nella parte sociale, lo stesso Presidente del Governo, Jose María Aznar, pratica e identifica come uno dei suoi sport preferiti, questo ha aiutato molto alla diffusione dello sport e alla partecipazione al circuito delle principali società spagnole , investendo sia in giocatori che in ogni evento, un sacco di soldi.L'Argentina ospita i XVIII Giochi Panamericani, l'Associazione Padel Argentina attraverso il Comitato Olimpico Argentino ha chiesto che il Padel sia presentato alla famiglia panamericana e ad alcuni membri del Comitato Olimpico Internazionale, per la prima volta il Padel viene dichiarato Mostra Dello Sport. I Giochi si sono svolti nella bellissima città di Mar del Plata nell'agosto 1995 con successo, un campo di vetro di fronte al mare è stato installato a Playa Grande dove si sono tenute partite espositive durante tutte le partite e in particolare è stato, come praticante regolare, Diego Armando Maradona.Nel 1996, la Terza Coppa del Mondo di Padel arrivò a Madrid e vi parteciparono 11 paesi: Argentina, Austria, Belgio, Brasile, Canada, Cile, Francia, Italia, Messico, Uruguay, Stati Uniti e Spagna. Ancora una volta sia gli uomini che le donne argentini erano campioni, battendo la gente del posto in finale.Già in questi anni, la stragrande maggioranza dei giocatori argentini si è recata in Spagna per tentare la fortuna con la pagaia. Le cause principali sono state il gran numero di circuiti sviluppati dal calendario spagnolo, la quantità di denaro che è stata distribuita in essi, la possibilità di insegnare nei migliori club di Madrid, Barcellona, Siviglia e altre città, tutte cose che l'Argentina aveva negli anni precedenti, erano detenute dalla Spagna in quel momento e ancora oggi mantiene una crescita sostenuta nello stesso modo in cui è accaduto in Argentina.D'altra parte, c'è stata una forte crescita nel lato sportivo degli spagnoli, che nel tempo si stava accorciando dalla differenza che aveva con gli argentini, è stata dimostrata dalla vittoria della Spagna, sia negli uomini che nelle donne nella Padel World Room che si è svolta nella città di Mar del Plata, in Argentina, nel 1998.Anche se la competizione a squadre non è stata giocata dai migliori giocatori argentini, a causa delle differenze con i leader dell'Associazione Padel Argentino, gli spagnoli si sono dimostrati i migliori e hanno vinto, un trionfo molto importante per loro poiché era il loro primo titolo in un Mondiale.L'Elite padel in tutto il mondo ha iniziato a cambiare, e c'è stata un'ottima competizione tra spagnoli, brasiliani e argentini, c'era già un grande movimento nell'Elite e altri paesi hanno iniziato a voler superare e migliorare i loro livelli sportivi.Già alla fine degli anni '90 la pagaia cresce notevolmente in altri paesi europei, come Italia e Francia, dove le loro Associazioni Nazionali organizzano Campionati come gli Europei tra Spagna, Francia e Italia le due associazioni per iniziare a essere coinvolte in tutto il mondo. A metà del 2000 è arrivato in Francia il Quinto Mondiale padel, che si è svolto nella città di Tolosa, possiamo davvero assicurare che sia l'organizzazione, realizzata dall'Associazione francese Padel, è stata perfetta, poiché è stato possibile montare la corte di vetro nella Plaza Mayor di Tolosa, poter vedere un palcoscenico unico con un intero pubblico attento ad ogni partita. E ancora una volta, e contro il punto di quanto accaduto a Mar del Plata, gli argentini hanno alzato la coppa, ma questa volta solo i signori ci sono riusciti, visto che le signore hanno perso in finale con la Spagna.La festa era di nuovo argentina, giocatori come Sebastián Nerone, Roberto Gattiker, Hernán Auguste, Fernando Belasteguín, Gabriel Reca, Matías Díaz, si unirono alla squadra argentina, e solo molti di loro, come Díaz e Belasteguín, il più giovane del gruppo, festeggiarono il trionfo due volte, poiché era la prima volta che partecipavano a un Mondiale.Scattando una foto nei primi anni 2.000 in tutto il mondo, possiamo assicurare che padel ha continuato ad avanzare non in passi enormi ma con fermezza, che questa era la cosa importante, la Federazione spagnola continua a dimostrare il suo eccellente calendario nazionale e internazionale, inizia il lavoro istituzionale tra le associazioni nazionali di Brasile, Messico, Spagna e Argentina e organizza i Campionati mondiali per l'infanzia.Il Messico, d'altro canto, ha anche iniziato a ricevere giocatori dall'estero per fare ciò che la Spagna aveva fatto, il vantaggio del paese americano era che aveva ottimi sponsor, che sostenevano Padel con fanatismo ed euforia, a condizione che nel 2002 si tesa la sesta Coppa del mondo di Padel in quel paese. I giocatori messicani si erano preparati molto bene diversi mesi prima e sono riusciti ad ottenere il terzo posto, dietro Spagna e Argentina, mostrando un ottimo livello di gioco.Ma ciò che dovremmo sottolineare sono le famiglie messicane, la stragrande maggioranza del distretto federale, che hanno messo tutto in atto per aiutare i giocatori stranieri, dando loro la loro casa, i loro veicoli e il loro sostegno in generale in modo che tutti tornano felicemente nei loro paesi d'origine, e che prenderebbero i migliori ricordi di quel mondiale in Messico, il paese da cui ha avuto origine il Padel e che mancava ospitare un campionato del mondo. È stato e dimostrato la qualità dell'organizzazione e soprattutto il calore del suo trattamento con tutti i partecipanti.È stata l'ultima Coppa del Mondo fino ad oggi (un po' più inbasso vi mostriamo irisultati degli ultimi mondiali), e per non dire che tra le Associazioni Nazionali si sono tenute sei edizioni dei Campionati del Mondo, quattro Campionati mondiali juniores a livello panamericano si sono svolti in Argentina il Primo Campionato Panamericano Juniores, nel novembre 2004 ospiterà ancora una volta paese ospitante e organizzatore per la terza volta l'Associazione dell'Argentino Padel del VII Campionato del Mondo la città di Buenos Aires, nel Club Indù di Don Torcuato, tutto ci fa pensare che ce ne siano molti da fare e il meglio da mostrare, ecco perché diciamo che tutto è ancora in piedi in questo giovane sport che tante gioie hanno dato ai suoi inizi , dà in questo presente difficile ma fermo in tutto il mondo, e darà in un futuro in cui sicuramente il meglio verrà da lui, perché il Padel continuerà ad esistere finché gli appassionati continueranno a lavorare e difenderlo, con unghie e denti, come se fosse suo figlio, solo così il Padel rimarrà vivo e con questo passato possiamo sognare in futuro.Da MundiPadel abbiamo voluto salvare questo articolo molto completo di Cachito Nicastro e che è stato pubblicato ai suoi tempi sul sito web della Federazione Messicana di Padel,e questo è stato dimenticato. Ci sembra un documento che fa una recensione speciale della storia di questo sport che amiamo così tanto e che non volevamo mancare.